Biografia

Pier Luigi Berdondini, poeta, collabora con compositori di musica classica nella ricerca di nuovi campi sonori. Ha pubblicato le raccolte in versi Parole Macchiaiole, La via faentina, Verbo assente, Worte ohne Lieder, novantadue poesie di amore, Vicolo delle vergini.
Pier Luigi Berdondini
Ha scritto numerosi testi poetici per la musica classica: Babelé per voce recitante e orchestra, musica di Michele dall’Ongaro - Sottovoce autunno per voce recitante, ensemble e pianoforte, su musiche di Silvia Colasanti, Claude Debussy, Daniele Lombardi, Marcello Panni - Fabula ut improvvisi per voce e flauto, su musiche di Guido Baggiani, Mauro Cardi, Gian Carlo Cardini, Fabio Cifariello Ciardi, Carlo Alessandro Landini, Daniele Lombardi, Carla Magnan, Marcello Panni, Angelo Russo, Nicola Sani –  L’isola e cinque poesie di amore poemetto scenico per voce recitante, mezzosoprano e computer music con musiche di Giuseppe Giuliano - Dialogo di una voce e della sua donna per voce, flauto e archi con musiche di Andrea Portera - Una parola in gioco per voce recitante e pianoforte su musiche dai Lieder ohne Worte di Felix Mendelssohn e per la prima esecuzione assoluta di Senza parole, un brano per pianoforte di Marcello Panni - Incanto per flauto e voce recitante musica di Marcello Panni – Sete per voce recitante, ensemble e supporto digitale, musica di Marcello Filotei – Al terzo foco per voce recitante, soprano, soprano di coloritura, oboe, fagotto e pianoforte, musica di Giorgio Taccani Colombo – Arché Pyròs per voce, flauto iperbasso ed elettronica, musica di Nicola Sani da Con Fuoco – Il Bemolle non è molle per voci, basso baritono, flauto basso chitarra, vibrafono, sax contralto, trombone, violoncello, musica di Gianluca Verlingieri - Amare Velia per voci e pianoforte, musiche di Marco Falagiani e Giancarlo Bigazzi.
Per il teatro ha scritto U235 e C.A.N.T.O. due distinti testi poetici per un progetto sulla tragedia greca di Giancarlo Cauteruccio con musiche di Fabio Vacchi, Gianluca Verlinghieri, Paola Samoggia, Stefano Musicaritolo, Il viaggiatore di suoni per voci , mezzosoprano, sax e tanpura. Preda Chimera, esplorazioni per voce e arpa classica, con un preludio di Nicola Sani e ha messo in scena il Canto fu breve, dai Canti Orfici di Dino Campana, con musiche di Bejamin Britten, interpretate all’oboe da Marco Salvatori. 

Ha collaborato con alcune tra le più importanti istituzioni musicali come I Pomeriggi Musicali di Milano e L’Orchestra della Toscana, con Direttori quali Howard Shelly e Tonino Battista, con i pianisti Roberto Prosseda e Pier Narciso Masi, con i flautisti Roberto Fabbriciani, Mario Ancillotti e Arcadio Baracchi. I suoi testi sono stati interpretati, tra gli altri, da Liliana Poli, Nicholas Isherwood, Paolo Bessegato, David Riondino, Fulvio Cauteruccio, Monica Benvenuti,Teresa Fallai, Rosalba di Girolamo, Akiko Kozato.



I miei libri
Poesia e Musica
Teatro
Almanacco
Biografia
Scrivimi
Home